Warning: Creating default object from empty value in D:\inetpub\webs\mercedeit\public\mkportal\include\IPB\ipb_out.php on line 57
Massacri di cristiani - Forum Mercede.it
Ultimo Urlo - Inviato da: efisio - Domenica, 03 Giugno 2018 00:10
Foto del Capitolo della Provincia Romana dei Padri Mercedari - 2018 - Clicca qui -
 
Reply to this topicStart new topic
> Massacri di cristiani
Vanda
messaggio Oct 16 2009, 08:03 PM
Messaggio #1


Advanced Member
***

Gruppo: User
Messaggi: 140
Iscritto il: 18-January 08
Utente Nr.: 1,127



Il Vescovo sudanese Mons. Hiiboro Kussala, della Diocesi meridionale di Tombura Yambio, ha denunciato terribili massacri di cristiani.

“Il 13 agosto scorso, i ribelli sono entrati nella chiesa della mia parrocchia ed hanno preso tante persone in ostaggio. Mentre fuggivano nella foresta, ne hanno uccise sette: li hanno crocifissi agli alberi. Si verificano tanti drammi come questo. Alcuni di loro sono stati istruiti da al Qaeda in Afghanistan: sono contro la Chiesa. Il progetto è intimidire i cristiani”.

Vivere il Vangelo in Sudan è una scelta difficile, si corre il rischio del martirio, ha dichiarato Mons. Kussala: “Noi viviamo proprio in questo senso, perché stanno uccidendo la gente, bruciano le loro case, le chiese: questo è martirio”.

I cristiani vivono nella paura. “Ma noi non vogliamo morire: tutto questo rafforza la fede della gente, la gente continua a venire in chiesa”.

Essere segno di pace e di riconciliazione è testimoniare il Vangelo in una terra che perseguita i cristiani: “Questo è il nostro motto, continuare a vivere la riconciliazione e la pace. Dopo sei secoli, il cristianesimo è stato praticamente distrutto nel Nord del Sudan, e noi ne soffriamo in nome del Signore”.

Pensando alla situazione della sua Diocesi e al conflitto del Darfur, Mons. Kussala ha chiesto aiuto alla comunità internazionale, ma ha anche detto “Abbiamo bisogno dei buoni samaritani della Sacra Bibbia”.

“Vogliamo i buoni samaritani: i nostri fratelli, i nostri amici nella comunità internazionale possono venire in nostro aiuto. Ma più ancora di questo, chiediamo preghiere, tante! Per noi, affinché possiamo essere forti e proseguire su questo cammino così difficile. Ma con il Signore, lo sappiamo bene, alla fine vinceremo!”, ha concluso.



Go to the top of the page
 
+Quote Post
Vanda
messaggio Jan 2 2010, 07:36 AM
Messaggio #2


Advanced Member
***

Gruppo: User
Messaggi: 140
Iscritto il: 18-January 08
Utente Nr.: 1,127



L'agenzia Fides ha reso noto che nell’anno 2009 sono stati uccisi 37 operatori pastorali: 30 sacerdoti, 2 religiose, 2 seminaristi, 3 volontari laici, “quasi il doppio rispetto al precedente anno 2008, ed è il numero più alto registrato negli ultimi dieci anni”.

Il conteggio di Fides non riguarda solo i missionari ad gentes in senso stretto, ma tutti gli operatori pastorali morti in modo violento.

Fides non usa il termine “martiri”, se non nel suo significato etimologico di “testimone”, “per non entrare in merito al giudizio che la Chiesa potrà eventualmente dare su alcuni di loro”.

Il Santo Padre Benedetto XVI nell'Angelus della festa del protomartire Santo Stefano (26 dicembre 2009), ha detto che la testimonianza “dei martiri cristiani indica ai nostri contemporanei spesso distratti e disorientati, su chi debbano porre la propria fiducia per dar senso alla vita”.

A questo elenco provvisorio deve comunque essere sempre aggiunta la lunga lista dei tanti di cui forse non si avrà mai notizia, che in ogni angolo del pianeta soffrono e pagano anche con la vita la loro fede in Cristo.

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Vanda
messaggio Jan 7 2010, 08:31 PM
Messaggio #3


Advanced Member
***

Gruppo: User
Messaggi: 140
Iscritto il: 18-January 08
Utente Nr.: 1,127



IN EGITTO UCCISI SETTE CRISTIANI

Ricordiamo con una preghiera i sette cristiani uccisi in una chiesa ortodossa copta egiziana dopo la fine della S.Messa di Natale che, secondo il calendario della Chiesa ortodossa copta si celebra la notte del 6 gennaio. L'attentato è avvenuto nella città di Nagaa Hamadi, nella provincia di Quena, a circa 65 chilometri dalle rovine di Luxor, in Egitto. I fedeli stavano uscendo dalla chiesa della Vergine Maria. Oltre alle vittime, ci sono stati anche nove feriti.

I cristiani subiscono una forte discriminazione a causa del fondamentalismo islamico anche sul piano lavorativo, in quanto i cittadini egiziani devono portare sempre con sé un documento che identifichi la religione alla quale appartengono, e molti non sono accettati in alcuni posti di lavoro perché cristiani.

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Vanda
messaggio Jan 10 2010, 10:17 PM
Messaggio #4


Advanced Member
***

Gruppo: User
Messaggi: 140
Iscritto il: 18-January 08
Utente Nr.: 1,127



BENEDETTO XVI ALL'ANGELUS DI DOMENICA 10 GENNAIO 2010

“La violenza verso i cristiani in alcuni Paesi ha suscitato lo sdegno di molti, anche perché si è manifestata nei giorni più sacri della tradizione cristiana”.

“Occorre che le Istituzioni sia politiche, sia religiose non vengano meno – lo ribadisco – alle proprie responsabilità”.

“Non può esserci violenza nel nome di Dio, né si può pensare di onorarlo offendendo la dignità e la libertà dei propri simili”.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Vanda
messaggio Feb 28 2010, 09:50 PM
Messaggio #5


Advanced Member
***

Gruppo: User
Messaggi: 140
Iscritto il: 18-January 08
Utente Nr.: 1,127



Messaggio di Benedetto XVI alle comunità cristiane in Iraq

"Non stancatevi di essere fermento di bene per la patria"


Oggi domenica 28 febbraio 2010 il Santo Padre ha esortato le comunità cristiane in Iraq a non scoraggiarsi e a continuare a offrire la propria testimonianza nel Paese.

Dopo la recita della preghiera mariana dell'Angelus il Papa ha dichiarato di aver "appreso con profonda tristezza le tragiche notizie delle recenti uccisioni di alcuni cristiani nella città di Mosul".

"Ho seguito con viva preoccupazione gli altri episodi di violenza, perpetrati nella martoriata terra irachena ai danni di persone inermi di diversa appartenenza religiosa".

"Oggi desidero unirmi spiritualmente alla preghiera per la pace e per il ripristino della sicurezza, promossa dal Consiglio dei Vescovi di Ninive".

"Sono affettuosamente vicino alle comunità cristiane dell'intero Paese. Non stancatevi di essere fermento di bene per la patria a cui, da secoli, appartenete a pieno titolo".

Il Santo Padre ha quindi fatto appello alle Autorità civili "perché compiano ogni sforzo per ridare sicurezza alla popolazione e, in particolare, alle minoranze religiose più vulnerabili".

"Mi auguro che non si ceda alla tentazione di far prevalere gli interessi temporanei e di parte sull'incolumità e sui diritti fondamentali di ogni cittadino".

Inoltre, ha esortato la comunità internazionale a "prodigarsi per dare agli Iracheni un futuro di riconciliazione e di giustizia", invocando "con fiducia da Dio onnipotente il dono prezioso della pace".

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Vanda
messaggio Mar 8 2010, 12:46 PM
Messaggio #6


Advanced Member
***

Gruppo: User
Messaggi: 140
Iscritto il: 18-January 08
Utente Nr.: 1,127



NIGERIA - 500 cristiani uccisi a colpi di machete . Centinaia in fuga

Pastori islamici hanno attaccato un villaggio a sud di Jos colpendo la popolazione

Sono almeno 500 i morti a seguito delle violenze interreligiose tra cristiani e musulmani avvenute nei pressi della città di Jos, nel centro della Nigeria. Lo riferiscono testimoni oculari. Fonti della Croce Rossa hanno riferito che centinaia di persone stanno abbandonando le proprie case a Jos a causa degli scontri.

«Si è trattato di un episodio abominevole», ha dichiarato il responsabile per la comunicazione dello Stato di Plateau, Dan Majang, precisando che 95 persone sono state arrestate in relazione al massacro. L'ennesima strage nel tormentato stato nigeriano del Plateau è avvenuta nella notte tra sabato e domenica (7 marzo 2010), in una zona già teatro di scontri e massacri interetnici e interreligiosi, crocevia obbligato tra il nord a maggioranza musulmano e il sud a maggioranza cristiano.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Vanda
messaggio Jan 8 2011, 09:56 AM
Messaggio #7


Advanced Member
***

Gruppo: User
Messaggi: 140
Iscritto il: 18-January 08
Utente Nr.: 1,127



Pubblicato il Rapporto annuale dell'agenzia Fides

23 agenti pastorali morti durante lo scorso anno, tra cui un Vescovo, 15 sacerdoti, un religioso, una religiosa, due seminaristi e tre laici: è il bilancio reso noto il 3 gennaio dalla Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli attraverso l'agenzia Fides.

Questa cifra presuppone una riduzione importante rispetto al 2009, quando si registrarono 37 morti violente, 30 delle quali di sacerdoti. Tra il 2001 e il 2010 hanno perso la vita in tutto il mondo 253 agenti pastorali.

Nel 2010 ha spiccato per il suo impatto internazionale il sanguinoso assassinio di monsignor Luigi Padovese, vicario apostolico dell'Anatolia e presidente della Conferenza Episcopale Turca, ucciso alla vigilia del viaggio di Papa Benedetto XVI a Cipro.

Go to the top of the page
 
+Quote Post

Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Versione Lo-Fi Oggi è il: 3rd December 2022 - 11:19 AM

MKPortal ©2003-2007 mkportal.it