Warning: Creating default object from empty value in D:\inetpub\webs\mercedeit\public\mkportal\include\IPB\ipb_out.php on line 57
Cristo domina con l'amore - Forum Mercede.it
Ultimo Urlo - Inviato da: efisio - Domenica, 03 Giugno 2018 00:10
Foto del Capitolo della Provincia Romana dei Padri Mercedari - 2018 - Clicca qui -
 
Reply to this topicStart new topic
> Cristo domina con l'amore
Vanda
messaggio Nov 22 2009, 10:39 PM
Messaggio #1


Advanced Member
***

Gruppo: User
Messaggi: 140
Iscritto il: 18-January 08
Utente Nr.: 1,127



Per la Vostra meditazione e preghiera, riporto alcune frasi significative pronunciate dal Santo Padre oggi 22 novembre 2009, Solennità di Cristo Re:

Cristo è un Re che domina con l'amore, senza imporsi ma rispettando la libertà dell'uomo.

La regalità di Cristo non è quella dei grandi del mondo, ma è il potere di sconfiggere il male e la morte e di "accendere la speranza" anche nel cuore più indurito.

Il potere di Cristo non è quello dei re e dei grandi di questo mondo; è il potere divino di dare la vita eterna, di liberare dal male, di sconfiggere il dominio della morte.

È il potere dell'Amore, che sa ricavare il bene dal male, intenerire un cuore indurito, portare pace nel conflitto più aspro, accendere la speranza nel buio più fitto. Questo Regno della Grazia non si impone mai, e rispetta sempre la nostra libertà.

Davanti alla grandezza di questa regalità, si rende allora necessaria ad ogni coscienza una scelta: "Chi voglio seguire? Dio o il maligno? La verità o la menzogna?".

Scegliere Cristo non garantisce il successo secondo i criteri del mondo, ma assicura quella pace e quella gioia che solo Lui può dare.

Lo dimostra, in ogni epoca, l'esperienza di tanti uomini e donne che, in nome di Cristo, in nome della verità e della giustizia, hanno saputo opporsi alle lusinghe dei poteri terreni con le loro diverse maschere, sino a sigillare con il martirio questa loro fedeltà.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Vanda
messaggio Nov 30 2009, 10:21 PM
Messaggio #2


Advanced Member
***

Gruppo: User
Messaggi: 140
Iscritto il: 18-January 08
Utente Nr.: 1,127



Riporto alcune frasi pronunciate dal Santo Padre alla preghiera dell'Angelus di domenica 29 novembre 2009. Ci aiutino in questo tempo di Avvento a preparare i cuori alla venuta del nostro Signore Gesù Cristo, fonte della nostra gioia e della nostra speranza.

GESU' CRISTO, SPERANZA DEL MONDO

"Il mondo contemporaneo ha bisogno soprattutto di speranza e questa si trova solo in Gesù Cristo".

“Il Signore Gesù è venuto in passato, viene nel presente, e verrà nel futuro. Egli abbraccia tutte le dimensioni del tempo, perché è morto e risorto, è il Vivente e, mentre condivide la nostra precarietà umana, rimane per sempre e ci offre la stabilità stessa di Dio. E’ carne come noi ed è roccia come Dio”.

“Chiunque anela alla libertà, alla giustizia e alla pace può risollevarsi e alzare il capo, perché in Cristo la liberazione è vicina”.

“Gesù Cristo non riguarda solo i cristiani, o solo i credenti, ma tutti gli uomini, perché Egli, che è il centro della fede, è anche il fondamento della speranza. E della speranza ogni essere umano ha costantemente bisogno”.

La Vergine Maria “incarna pienamente l’umanità che vive nella speranza basata sulla fede nel Dio vivente. Lei è la Vergine dell’Avvento: è ben piantata nel presente, nell’"oggi" della salvezza; nel suo cuore raccoglie tutte le promesse passate; ed è protesa al compimento futuro”.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Vanda
messaggio Jan 3 2010, 07:50 AM
Messaggio #3


Advanced Member
***

Gruppo: User
Messaggi: 140
Iscritto il: 18-January 08
Utente Nr.: 1,127



NON C'E' AMORE PIU' GRANDE
(Madre Teresa di Calcutta)

Amatevi l'un l'altro come Dio ama ciascuno di voi, con un amore intenso e speciale. Siate cortesi l'uno con l'altro: è meglio commettere errori con gentilezza che fare miracoli con scortesia.
Gesù è venuto a questo mondo con un unico scopo: portarci la buona novella, annunciarci che Dio ci ama, che Dio è amore, che ama voi e me. In che modo Gesù ha dimostrato di amarci? Sacrificando la Sua vita.

Dio ci ama di un amore dolce. Ecco quello che Gesù è venuto ad insegnarci: l'amore dolce di Dio. «Ti ho chiamato per nome: tu mi appartieni» (Isaia 43,1).

Dobbiamo imparare ad amare senza stancarci. Come fa la lampada a brillare? Grazie al continuo apporto di goccioline d'olio. Che cosa rappresentano le goccioline d'olio nella nostra lampada? Le piccole cose della vita quotidiana: la fedeltà, qualche parola gentile, un pensiero delicato agli altri, il nostro modo di rimanere in silenzio, di guardare, parlare, agire. Non cercate Gesù lontano da voi stessi; perché non è là fuori,ma in voi. Tenete accesa la lampada e Lo riconoscerete.

Per noi il messaggio di Gesù «Amatevi gli uni gli altri come io vi ho amati» non deve essere solo una luce bensì una fiamma che consuma l'egoismo, il quale impedisce la crescita della santità. Gesù «ci ha amati fino alla fine», fino al limite stesso dell'amore: la croce. Amare deve essere normale come vivere e respirare, giorno dopo giorno fino alla morte.

Ho avuto e ho tuttora modo di osservare molte delle debolezze e delle fragilità umane. Dobbiamo imparare a sfruttarle, dobbiamo lavorare per Cristo con un cuore umile, con l'umiltà di Cristo. Lui viene e si serve di noi per diffondere il Suo amore e la Sua compassione nel mondo nonostante le nostre debolezze e fragilità.

Cerchiamo di comprendere la dolcezza dell'amore di Dio. Nelle Scritture Lui dice: «Anche se ci fosse una donna che si dimenticasse del suo bambino, io invece non ti dimenticherò mai. Ecco, ti ho disegnato sulle palme delle mie mani» (Isaia 49,15-16). Quando vi sentite soli, respinti, malati e dimenticati non scordate il valore che avete per Lui. Lui vi ama. Dimostrate quell'amore gli uni agli altri perché in questo consiste l'insegnamento che Gesù è venuto a trasmetterci.

Agli occhi di Dio abbiamo un immenso valore. Non mi stanco mai di ripetere che Dio ci ama. Dio mi ama dolcemente ed è qualcosa di meraviglioso. Ecco perché dobbiamo amarci di gioia, di coraggio e della convinzione che nulla ci potrà separare dall'amore di Cristo.

E' facile amare chi è lontano, ma non sempre è facile amare chi è vicino. E' più facile offrire un piatto di riso a un affamato che alleviare la solitudine e l'angoscia di un amico che non si sente amato.

Voglio che cerchiate i poveri nelle vostre stesse case. E' da lì che deve cominciare il vostro amore. Voglio che siate la buona novella per coloro che vi circondano. Voglio che vi preoccupiate del vostro vicino. Lo conoscete?

Il vero amore è un sentimento che, sebbene provochi dolore e ci faccia soffrire, ci rende felici. Ecco perché dobbiamo pregare Dio chiedendogli il coraggio di amare.

Le parole che escono dalla bocca sgorgano dalla ricchezza del cuore. Se avete il cuore pieno di amore parlerete dell'amore. Voglio che voi tutti riempiate il vostro cuore di grandissimo amore. Non crediate che per essere vero e caloroso questo sentimento debba essere straordinario. Non è cosi: quel che è necessario per il nostro amore è il desiderio incessante di amare colui che amiamo.

Migliaia di persone vorrebbero avere quello che abbiamo noi, ma Dio ha deciso di porci dove ci troviamo oggi affinché condividiamo la gioia insita nell'amore per gli altri. Vuole che ci amiamo gli uni gli altri, che ci doniamo gli uni agli altri fino a provare dolore. Quel che è importante non è quanto diamo bensì quanto amore mettiamo nel dare.

Dobbiamo sapere che ognuno di noi è stato creato per fare grandi cose, non solo per essere uno fra tanti, non solo per conseguire lauree o diplomi, per ottenere questo o quel lavoro. Siamo stati creati per amare ed essere amati.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Vanda
messaggio May 2 2010, 02:13 PM
Messaggio #4


Advanced Member
***

Gruppo: User
Messaggi: 140
Iscritto il: 18-January 08
Utente Nr.: 1,127



DIO E' VICINO A CIASCUNO CON IL SUO AMORE

“La vita porta ad affrontare molte difficoltà, molti problemi, ma è proprio la certezza che ci viene dalla fede, la certezza che non siamo soli, che Dio ama ciascuno senza distinzione ed è vicino a ciascuno con il suo amore, che rende possibile affrontare, vivere e superare la fatica dei problemi quotidiani”.
(Benedetto XVI domenica 2 maggio 2010 a Torino per venerare la Sacra Sindone)
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Vanda
messaggio Aug 24 2010, 08:02 PM
Messaggio #5


Advanced Member
***

Gruppo: User
Messaggi: 140
Iscritto il: 18-January 08
Utente Nr.: 1,127



Il Papa: i cristiani devono amare tutti con lo stesso amore (24 agosto 2010)

In un messaggio ai cattolici argentini, in occasione della colletta nazionale Más por menos, giunta quest'anno alla sua 41ª edizione, il Santo Padre Benedetto XVI ha ricordato che i cristiani sono chiamati ad “amare tutti con lo stesso amore con il quale Dio ci ama, manifestando così che la carità deve essere il segno distintivo della loro vita”.

Il Papa ha quindi esortato i credenti a “coltivare ogni giorno l'ascolto della Parola divina, la preghiera perseverante, la partecipazione assidua ai sacramenti e l'unione fraterna, come alimento di una carità ogni volta più intensa e per dare nuova vita ai valori universali della convivenza umana”.

Go to the top of the page
 
+Quote Post

Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Versione Lo-Fi Oggi è il: 3rd December 2022 - 09:32 AM

MKPortal ©2003-2007 mkportal.it